Iniziazione agli amori destinici

Un’antologia di storie difficili, finite nel dolore, così come confluite naturalmente in una dimensione di benessere e appagamento emotivo, che ci fa capire che il destino non ha pregiudizi di sorta, ossia che non conosce ambiti sociali, limiti di età o quant’altro la società impone. Il libro accompagna il lettore in questo viaggio fatto di alti e bassi all’interno della vita affettiva, nella totale universalità delle relazioni umane, partendo dalla coppia, per approdare alla famiglia, alle amicizie e alla professione, al fine d’individuare il perché di un incontro, capendone la ragione per cui è entrato a far parte della nostra esistenza, influenzandola e talvolta stravolgendola.

Scorrendo i vari capitoli il lettore troverà un potenziale amico, ma anche un terapeuta, che non lo farà sentire solo dinanzi a alcune esperienze vissute in passato, al momento o forse in futuro, e soprattutto che gli trasmetterà la consapevolezza che c’è sempre una strada d’uscita, una via che porta fuori dal dolore.

Tutte le storie sono volutamente soggettive, ossia analizzate dalla prospettiva di chi le racconta, perché in amore, in tutte le forme d’amore, non esiste l’oggettività, e l’esperienza del vissuto è sempre estremamente personale, è una verità a sé stante, un percorso di vita che segna l’Anima e aiuta a comprendere il perché di alcune scelte ed esperienze fatte nel passato.

Ogni relazione ha sempre un aggancio con il passato, di questa come delle precedenti esistenze, ed è un possibile banco di prova per poter comprendere eventuali errori commessi.

 

Paolo Crimaldi, Iniziazione agli amori destinici, Edizioni Mediterranee

Questa voce è stata pubblicata in Un libro, un risvolto. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.